3V è contrario al Ddl Zan

Il partito 3V si dichiara contrario al Ddl Zan, in quanto, nonostante i buoni propositi sbandierati, conduce verso una maggior compressione delle  libertà individuali. La necessità, nelle premesse del testo di legge, di dover usare il misurino per definire i beneficiari del Ddl, dà l’idea del progetto sottostante: indebolire la società attraverso l’instaurazione di una diversità liquida che finisce per dividere invece di unire; sotto l’apparente tutela dei “generi” diversi porta infatti divisione sociale, esalta le singole percezioni, rivendicando in maniera perversa dei diritti che sono universali e cioè di tutti, in primo il rispetto per la vita: per la vita di ogni essere, unico e irripetibile.

Un progetto politico che vuole veramente occuparsi del problema della discriminazione lavora sul promuovere una educazione che si basi sul rispetto dell’altro. Una società modellata sul profitto e la competitività  è una continua sorgente di discriminazione. Se non ribaltiamo le regole non scritte del vivere civile tendendo verso l’equità sociale, la solidarietà e la ridistribuzione delle ricchezze, il Ddl Zani diviene l’ennesimo atto di distrazione di massa, fumo negli occhi del popolo.

Il nostro programma elettorale è basato sul Diritto alla vita e prevede l’istituzione di percorsi educativi verso il rispetto dell’altro partendo dalla percezione di se stessi. L’educazione permanente alla relazione con l’altro potrebbe favorire la soluzione di diverse disarmonie sociali.

Essendo schierati contro il pensiero unico, conosciamo bene come viene agita la discriminazione. In questa fase storica chi osa porre dei dubbi sulle vaccinazioni di massa, sull’efficacia della mascherina e di tutte le disposizioni restrittive che abbiamo subito, da marzo 2020, viene apostrofato come negazionista, novax, terrapiattista, complottista.

Il Ddl Zan è una trappola, promette di combattere la discriminazione ed invece è un ulteriore passo verso la frammentazione della consapevolezza di se stessi. Etichettare le persone, identificandole con le loro manifestazioni esistenziali, è un modo per controllarle e soprattutto annullarle. A tal proposito scriveva Søren Kierkegaard: “Mettetemi un etichetta e mi avrete annullato”.

Nel rispetto di ogni cittadino non possiamo avvallare una politica che con il Ddl in questione si lava le mani sul problema della discriminazione demandandolo al giudizio di un giudice.

Tolleranza, rispetto, vicinanza e comprensione sono condizioni elevate della coscienza umana che non si raggiungono attraverso delle sentenze di un Tribunale. Costituiscono il punto di arrivo di un cammino umano che si percorre tramite l’amore. I bambini vanno educati ad amare le persone per quello che sono, mentre è controproducente imporgli di non discriminare i coetanei, in quanto così facendo vengono alzati degli steccati che gli impediscono il naturale percorso di conoscenza individuale.

Sostieni il nostro partito! Il tuo contributo verrà impiegato per diffondere le nostre campagne, organizzare manifestazioni e, attraverso le elezioni, irrompere nelle istituzioni!   Sostienici

Lavoratori consapevoli 3V

La risposta di 3V agli operatori sanitari a rischio di obbligo vaccinale: diventare lavoratori consapevoli. Grazie a conoscenza e autodeterminazione è possibile esercitare responsabilmente la propria libertà di cittadini.

Leggi tutto l’articolo 

Le 15 ragioni di medici e scienziati che ci convincono a non vaccinarci per il Covid-19. Leggi gli studi e le fonti su: #ioNonMiVaccinoPerché

Sostieni la campagna

Contro la falsa lotta all’evasione, contro la moneta elettronica, in difesa dell’economia di persone reali, nasce l’iniziativa di solidarietà #ioPagoInContanti

Sostieni la campagna

Il partito politico 3V opera con il solo intento di perseguire il bene comune, cioè il benessere di tutti i cittadini, in armonia con l’ambiente e con ogni forma di vita. Leggi la nostra visione

NEWSLETTER 3V