Donne e Uomini in divisa al tempo del Covid

| Il Consiglio 3V |
  • 479
  •  
  •  
  •  

Esprimiamo a tutti gli appartenenti alle Forze Armate (Aeronautica, Carabinieri, Esercito, Marina e Guardia di Finanza) totale contrarietà politica al Decreto interministeriale del 16 maggio 2018 “Direttiva tecnica sulle misure di profilassi per il personale militare ai sensi dell’articolo 206-bis del codice dell’ordinamento militare”.

Decreto, tra l’altro, promulgato da due ministri (Pinotti e Lorenzin) ancora legalmente in carica ma membri di un governo che era appena stato sonoramente bocciato dal voto del popolo sovrano il 4 marzo 2018.

Oltre a non condividere l’impianto complessivo che impone un evidente obbligo, assumendo le vaccinazioni come un requisito professionale, evidenziamo ulteriore contrarietà al punto 5.2. “Prodotti vaccinali/immunoprofilattici“:

In condizioni ordinarie dovranno essere impiegati specifici prodotti vaccinali che abbiano ottenuto un’autorizzazione dall’AIFA o un’autorizzazione comunitaria (omissis)”.

“In condizioni di emergenza sanitaria, a carattere nazionale o internazionale, potranno essere usati anche presidi profilattici non registrati ma idonei e di provata sicurezza ed efficacia, sotto diretta e personale responsabilità dell’Ispettore Generale della Sanità Militare (omissis)”.

Il documento completo è consultabile sul sito del Ministero della Difesa, al seguente link:
PDF del Decreto interministeriale 16 maggio 2018 dalla pagina difesa.it

Il paradosso è che il Decreto Interministeriale è entrato in vigore solamente 3 mesi dopo l’approvazione della scottante relazione finale della Commissione parlamentare di inchiesta sui casi di morte e di gravi malattie che hanno colpito il personale militare italiano, istituita dalla Camera dei Deputati nella XVII legislatura, la quale ha approfondito anche il tema della profilassi vaccinale militare.

La Commissione ha innanzitutto “preso atto dell’assenza di qualunque studio scientifico in letteratura volto a valutare la tollerabilità della quantità complessiva dei componenti dei vaccini con riferimento ad adiuvanti, conservanti, antigeni e allergeni, eccipienti e contaminanti, anche in relazione alle conseguenze in termini di ipersensibilità e di reazioni avverse già dichiarate dalle industrie produttrici per singolo vaccino” (vgs. pag. 154).

La stessa ha poi analizzato la profilassi vaccinale con riferimento ai rischi di immunosoppressione, iperimmunizzazione, autoimmunità e di ipersensibilità, affermando in conclusione di aver individuato una associazione statisticamente significativa tra patologie neoplastiche e linfoproliferative, e altre patologie (es. quelle autoimmuni), e la somministrazione dei vaccini secondo la profilassi vaccinale militare” e, pertanto, “di non poter escludere il nesso di causa (vgs. pag. 156 e 202).

Il documento completo è consultabile al seguente link:

http://documenti.camera.it/_dati/leg17/lavori/documentiparlamentari/IndiceETesti/022bis/023/INTERO.pdf

Concludiamo ribadendo che ci batteremo sempre affinché, in nessun caso ed in nessuna situazione, un essere umano sia mai sottoposto ad una vaccinazione obbligatoria contro la propria, totalmente libera, volontà.

Presidente M3V
Alessandra Bocchi

Segretario M3V
Luca Teodori

  • 479
  •  
  •  
  •  
Sostieni il nostro partito! Il tuo contributo verrà impiegato per diffondere le nostre campagne, organizzare manifestazioni e, attraverso le elezioni, irrompere nelle istituzioni!   Sostienici

Lavoratori consapevoli 3V

La risposta di 3V agli operatori sanitari a rischio di obbligo vaccinale: diventare lavoratori consapevoli. Grazie a conoscenza e autodeterminazione è possibile esercitare responsabilmente la propria libertà di cittadini.

Leggi tutto l’articolo 

Le 15 ragioni di medici e scienziati che ci convincono a non vaccinarci per il Covid-19. Leggi gli studi e le fonti su: #ioNonMiVaccinoPerché

Sostieni la campagna

Contro la falsa lotta all’evasione, contro la moneta elettronica, in difesa dell’economia di persone reali, nasce l’iniziativa di solidarietà #ioPagoInContanti

Sostieni la campagna

Il partito politico 3V opera con il solo intento di perseguire il bene comune, cioè il benessere di tutti i cittadini, in armonia con l’ambiente e con ogni forma di vita. Leggi la nostra visione

NEWSLETTER 3V