• Home
  • Salute
  • Giulia Grillo contraria per principio all’obbligo, ma con eccezioni

Giulia Grillo contraria per principio all’obbligo, ma con eccezioni

| Noemi Zucchi |

Oggi la ministra della Salute, Giulia Grillo, tiene a farci sapere di essere “contraria per principio all’obbligo delle vaccinazioni”.

“L’obbligo è un fatto politico, non scientifico”, ha anche sostenuto. Ci trova d’accordo: l’imposizione di un trattamento sanitario non può avere nulla di scientifico: è chiaramente una scelta politica e, in quanto tale, arbitraria.

Nella sua intervista aggiunge però che il morbillo fa eccezione a questo principio, in quanto ci sarebbe “un’epidemia in atto” e quindi “bisogna mantenere l’obbligo”. Non capiamo il motivo per cui un principio dovrebbe avere delle eccezioni e, soprattutto, perché, in caso di eccezioni, un obbligo da fatto politico dovrebbe diventare scientifico.

Le statistiche dell’Istituto Superiore di Sanità, tra l’altro, ci dicono che negli anni ottanta, quando il relativo vaccino era già utilizzato, abbiamo avuto annate con diverse decine di migliaia di casi (quasi 90.000 nel 1988, poco più di 60.000 nel 1992, 40.000 nel 1997[1]) senza che a nessuno sia venuto in mente di parlare di epidemia. Nel 2018 i casi di morbillo registrati in Italia sono stati 2.526[2].

Inoltre non c’è ragione per cui il piano di eradicazione del morbillo, in questi giorni discusso in Conferenza Stato-Regioni, debba includere obblighi (per altro estesi anche agli adulti) per il vaccino trivalente che comprende, oltre al morbillo, anche parotite e rosolia[3].

Il vaccino singolo per il morbillo, infatti, non è più disponibile in Italia da anni perché, banalmente, non viene più commercializzato. Invece di invitare le aziende farmaceutiche a cambiare i loro piani produttivi in base ai dati scientifici a disposizione (che tra l’altro confermerebbero l’assenza di qualunque epidemia), la nostra Ministra, contraria all’obbligo per principio, vorrebbe costringere la popolazione all’inoculazione di ulteriori, inutili, sieri. E quel che è peggio, vorrebbe farci credere che questo sia un miglioramento della legislazione in materia vaccinale.

Ancora una volta, come era accaduto nei giorni scorsi dopo le dichiarazioni di Salvini, ci sembra che i Ministri di questo Governo giochino con i loro elettori e con l’opinione pubblica in generale, senza però considerare che questi non sono più disposti a farsi usare. Sempre più persone hanno ormai chiaro in mente che non c’è nulla di più serio del diritto all’autodeterminazione: è a questo che la Grillo dovrebbe davvero credere “per principio”, applicandolo nei fatti piuttosto che vanificarlo con le eccezioni.

In questo contesto è più che mai evidente la necessità della battaglia di M3V per la verità: la verità nella lettura dei dati epidemici, la verità nell’esposizione dei dati scientifici indipendenti, la verità delle esperienze di decine e decine di medici che mostrano un quadro sugli effetti dei vaccini estremamente diverso da quello dipinto dagli attuali governi; la verità sui vaccini che, insieme alla salute e al benessere dei cittadini, è l’unico principio che dovrebbe dare vita a un’iniziativa di legge.

Responsabile Ufficio Stampa M3V
Noemi Zucchi


[1]    https://www.epicentro.iss.it/morbillo/epidemiologia-italia
[2]    https://www.epicentro.iss.it/morbillo/aggiornamenti
[3]    http://www.quotidianosanita.it/m/governo-e-parlamento/articolo.php?articolo_id=71613

Sostieni il nostro partito! Il tuo contributo verrà impiegato per diffondere le nostre campagne, organizzare manifestazioni e, attraverso le elezioni, irrompere nelle istituzioni!   Sostienici

Lavoratori consapevoli 3V

La risposta di 3V agli operatori sanitari a rischio di obbligo vaccinale: diventare lavoratori consapevoli. Grazie a conoscenza e autodeterminazione è possibile esercitare responsabilmente la propria libertà di cittadini.

Leggi tutto l’articolo 

Le 15 ragioni di medici e scienziati che ci convincono a non vaccinarci per il Covid-19. Leggi gli studi e le fonti su: #ioNonMiVaccinoPerché

Sostieni la campagna

Contro la falsa lotta all’evasione, contro la moneta elettronica, in difesa dell’economia di persone reali, nasce l’iniziativa di solidarietà #ioPagoInContanti

Sostieni la campagna

Il partito politico 3V opera con il solo intento di perseguire il bene comune, cioè il benessere di tutti i cittadini, in armonia con l’ambiente e con ogni forma di vita. Leggi la nostra visione

NEWSLETTER 3V