IN DIFESA del Diritto di voto

Cari amici,
il diritto di voto è qualcosa che i nostri antenati hanno strappato con le unghie e i denti ai “Signori”, pagando in troppi con la loro stessa vita.

Il Diritto di voto è infatti una conquista importantissima che in Italia come saprete è stata ottenuta in seguito alla morte complessivamente di oltre un milione di italiani durante le due guerre mondiali. Senza contare i feriti, nel corpo e nell’anima e la devastazione della nostra Terra.

In seguito al loro sacrificio è stato esteso il diritto al voto a tutti gli italiani senza alcun tipo di distinzione, donne incluse: era il 10 marzo del 1946.

Il voto è un mezzo, potentissimo, su cui ci troviamo ancora una volta a discutere in occasione delle Elezioni Europee.

Quando non si dovrebbe affatto discuterne: SÌ AL VOTO, SEMPRE!

Il voto è potenzialmente il nostro più potente strumento di partecipazione al governo delle istituzioni: gente consapevole in maggioranza davvero può rinnovarle, dando una nuova direzione al paese!

Chi promuove l’astensionismo, anche se in buona fede, delegittima il potere del voto e lo strumento di potere che il popolo ha conquistato con estremo sacrificio e attraverso cui può indirizzare il futuro del Paese.

C’è poi chi decide di non andare a ritirare la scheda e farselo verbalizzare.
A che pro?
Il voto è Libero e Segreto.
C’è un perché.

Quando vi chiedono di autodenunciarvi e di porre dei limiti a quella segretezza, pure non nell’espressione di una scelta positiva (chi ho indicato) ma nei termini di una negativa (cosa non faccio) lasciate un segno che potrebbe, voi non sapete se e come, essere usato contro di voi.

Guarda caso che certe iniziative vengono fuori spesso da ex militari.

Se non credete nelle elezioni del Parlamento Europeo, come anche noi abbiamo ribadito in più occasioni:
andate, ritirate, annullate.

Non delegittimate lo strumento. Ma il contesto elettorale.

Ciascuno di noi sia libero di scegliere se annullare il suo voto o esprimerlo conscio del fatto che l’UE oggi sia irriformabile.

Ma sappia che non andando a votare continua a fare il gioco del padrone.

Votare e anche essere eletti, partecipare attivamente alla costruzione di partiti che siano democratici esternamente e internamente portando a compimento l’art. 49 della Costituzione, sono gli strumenti che abbiamo per cambiare il governo dell’Italia. E gridare il nostro NO a un’Europa che non difende la persona ma anzi si dimostra essere funzionale ai poteri forti contrari alla vita.

Segui i nostri social:    

Unisciti all’onda di chi non si rassegna, non dimentica, non si arrende alla follia sociale, ma afferma e afferma ancora una nuova concezione della vita, dell’umanità e, quindi, della politica!

Aderisci ora!

Un laboratorio, una scuola, una fucina di idee dove forgiare concretamente e insieme la nuova politica, perché vogliamo essere la nuova politica e costruire con le nostre mani la comunità in cui crediamo.

Scopri i prossimi appuntamenti!

Sostieni il nostro partito! Il tuo contributo verrà impiegato per diffondere le nostre campagne, organizzare manifestazioni e, attraverso le elezioni, irrompere nelle istituzioni!

Sostienici

Contro la falsa lotta all’evasione, contro la moneta elettronica, in difesa dell’economia di persone reali, nasce l’iniziativa di solidarietà #ioPagoInContanti

Sostieni la campagna

17 ragioni di medici e scienziati che ci convincono a non vaccinarci per il Covid-19. Leggi gli studi e le fonti su: #ioNonMiVaccinoPerché

Sostieni la campagna

Il partito politico 3V opera con il solo intento di perseguire il bene comune, cioè il benessere di tutti i cittadini, in armonia con l’ambiente e con ogni forma di vita. Leggi la nostra visione