LA GRANDE TRUFFA DEL FALSO “GREEN”

| Alessandra Contigiani |

I veicoli elettrici e ibridi, tanto decantati dalla politica green determinata a livello nazionale e sovranazionale e riportati nei vari regolamenti comunali, sono potenzialmente molto pericolosi.

Tanto che, in seguito all’alluvione che ha colpito il cuore dell’Emilia Romagna, il Comune di Ravenna ha diramato un’ordinanza: 15 giorni di quarantena per le auto ibride ed elettriche sommerse dall’acqua.

Per quale motivo? In fondo riportiamo il testo delle linee guida predisposte dai Vigili del Fuoco e pubblicate nel 2019, da cui si evince che le auto elettriche siano in alcuni casi rischiose e dannose per lo stesso ambiente.

Intanto ci concediamo alcune considerazioni doverose.

Come avrebbero potuto soccorrere la popolazione alluvionata le forze dell’ordine, i vigili del fuoco o i sanitari se fossero già stati dotati di mezzi elettrici?

O come aiutarci tra privati cittadini se non si possono utilizzare questi mezzi in tali situazioni?

Oltre al paradosso della rottamazione… costruire ex novo un suv elettrico non richiederebbe un dispendio di risorse maggiore piuttosto che adattare veicoli già in circolazione a una riduzione di emissioni?

E intanto si moltiplicano ovunque le colonnine di erogazione dell’elettricità per queste vetture. Ovunque si diffondono i provvedimenti di restrizione della circolazione di autovetture tradizionali (nelle ZTL sempre più estese). In ottemperanza al progetto globalista della città dei 15 minuti (non potrai uscire dal tuo quartiere con la tua autovettura, ibrida o elettrica, se non per un limitato numero di volte), già in atto all’estero e che si sta materializzando anche nelle nostre città.

Domenica 28 maggio come 3V manifesteremo a Milano, piazza della Scala, a partire dalle ore 16 congiuntamente a numerosi altri partiti e associazioni contro la Città del Grande Reset, che ci vuole costretti in un eterno lockdown.

Perché i signori dell’Agenda 2030 ci vogliono tutti omologati, poveri e sottomessi (e per tutti specifico: tutti coloro che non riescono ad ammazzare tra iniezioni tossiche, irrorazioni chimiche ed elettromagnetiche, calamità metereologiche più o meno indotte) e noi lanciamo il nostro segnale: NON CI STIAMO.

Un NO indispensabile da parte di chi come 3V si impegna giorno dopo giorno in una nuova vera politica a servizio dell’essere umano.

Il nostro grido è il grido dell’attivista 3V di Lugo che coraggiosamente ha invitato la stampa a vergognarsi della diffusione di martellante propaganda al servizio dei potenti e a puntare le telecamere al cielo (riferimento al cloud seeding). Il nostro NO è a tutti i personaggi che come la Von Der Leyen vengono a fare passerelle politiche in mezzo alla sofferenza per ribadire il loro potere su di noi. Mettono avanti l’ambiente come hanno messo avanti la salute (le modifiche apportate recentemente alla nostra Costituzione lasciano loro carta bianca formalmente), ma questo falso green non è che l’ennesimo strumento di controllo e sottomissione.

Il nostro cuore è con la gente dell’Emilia Romagna, con le persone che hanno perso la vita e i loro famigliari, con chi ha perso tutto, con chi sta dando una mano come tanti nostri attivisti e coordinatori di 3V incluso il nostro Presidente di Paolo Svegli, con coloro che sono vittime di questa atrocità e stanno reagendo con forza, determinazione e anche col sorriso.

Come 3V andiamo avanti facendo chiarezza e denunciando pubblicamente i tentativi del sistema di nascondere i propri progetti all’esproprio dei nostri diritti e delle nostre libertà.

Stiamo provvedendo anche con vere e proprie azioni di denuncia nei confronti di chi ha mancato nel proprio ruolo e ha lasciato che la tragedia dell’Emilia Romagna accadesse.

Abbiamo bisogno di voi, del vostro sostegno e della vostra fiducia perché questa è una vera e propria lotta contro i poteri forti e non possiamo farla senza di voi.

LINEE GUIDA DEI VIGILI DEL FUOCO IN MERITO AI VEICOLI ELETTRICI

“L’immersione nell’acqua (specialmente acqua salata) può danneggiare componenti a bassa e ad alta tensione. Anche se non è un evento comune, ciò potrebbe comportare un cortocircuito elettrico e un potenziale incendio una volta che il veicolo non è più immerso. Le batterie ad alta tensione (HV) danneggiate possono produrre gas infiammabile. …

Veicoli precedentemente immersi: il personale deve indossare dispositivi di protezione individuale antincendio (DPI) e un autorespiratore quando lavora con veicoli precedentemente sommersi e danneggiati…. Deve evitare il contatto con una batteria ad alta tensione (HV) danneggiata, in quanto potrebbe esserci un rischio di shock significativo.

Ma i rischi derivano solo dalle alte tensioni? Purtroppo no.

L’elettrolito della batteria ad alta tensione (HV) è un liquido alcalino, caustico e dannoso per i tessuti umani….

Se prendiamo in esame i sistemi Start and Stop cosiddetti di 3a generazione (come quelli adottati da Citroen e Peugeot) ci troveremo di fronte anche ai “supercondensatori”, ovvero a condensatori con capacità in Farad elevatissime, fino a 1200F, utilizzati durante la fase di avviamento per fornire una extra potenza all’alternatore per riavviare il motore. Le “supercapacità” – come noto – sono abbinate a centraline DMTC (centralina di mantenimento della tensione) che gestiscono e controllano l’energia immagazzinata da questi super condensatori. La centralina DMTC ricarica il super condensatore con una tensione di 5 Volt ma con correnti dell’ordine dei 60 Ampere. Le ultracapacità (dette anche E-Booster) sono costituite da due condensatori i cui elettrodi sono in carbone attivo impregnato da un elettrolito (acetonitrile o cianuro di metile) di colore marrone chiaro che – di fatto – è un liquido tossico e pericoloso per la salute (sia che esso venga inalato, ingerito o venga a contatto con la pelle). L’elettrolito può fuoriuscire dall’ultracapacità quando quest’ultima è soggetta ad inversione di polarità, a una caduta violenta, se viene forata (magari a seguito di un incidente).”

Dalle linee guida in caso di intervento sui veicoli elettrici www.vigilidelfuoco.it

Scarica l’articolo

Segui i nostri social:    

Unisciti all’onda di chi non si rassegna, non dimentica, non si arrende alla follia sociale, ma afferma e afferma ancora una nuova concezione della vita, dell’umanità e, quindi, della politica!

Aderisci ora!

Un laboratorio, una scuola, una fucina di idee dove forgiare concretamente e insieme la nuova politica, perché vogliamo essere la nuova politica e costruire con le nostre mani la comunità in cui crediamo.

Scopri i prossimi appuntamenti!

Sostieni il nostro partito! Il tuo contributo verrà impiegato per diffondere le nostre campagne, organizzare manifestazioni e, attraverso le elezioni, irrompere nelle istituzioni!

Sostienici

Contro la falsa lotta all’evasione, contro la moneta elettronica, in difesa dell’economia di persone reali, nasce l’iniziativa di solidarietà #ioPagoInContanti

Sostieni la campagna

17 ragioni di medici e scienziati che ci convincono a non vaccinarci per il Covid-19. Leggi gli studi e le fonti su: #ioNonMiVaccinoPerché

Sostieni la campagna

Il partito politico 3V opera con il solo intento di perseguire il bene comune, cioè il benessere di tutti i cittadini, in armonia con l’ambiente e con ogni forma di vita. Leggi la nostra visione