MANGANELLI al Parco Don Bosco

| 3V |

Da settimane vari gruppi di attivisti, costituiti nel Comitato Besta, insieme ad altri gruppi locali, si oppongono al piano del Comune di Bologna che prevede l’abbattimento di 30 grandi alberi nel parco don Bosco adiacente alle scuole Besta in viale Aldo Moro; progetto che prevede la costruzione di un nuovo istituto scolastico con costi esorbitanti  (18 mln di euro), mentre il recupero funzionale della scuola esistente potrebbe far risparmiare 7 mln di euro e la salvaguardia del parco e di tutto l’ambiente circostante ed evitare ancora tanta cementificazione.

Giorni tumultuosi si sono succeduti con le tante persone riunite in assemblee cittadine al fine di organizzarsi per cercare un dialogo proficuo e pacifico con l’amministrazione comunale, la quale, non dimentichiamolo mai, ha tra i suoi doveri sanciti nello Statuto, quello di interloquire con i cittadini e farsi portavoce delle istanze che da loro provengono.

Nulla è servito, nessun dialogo, nessun passo indietro da parte del Comune.

Fino ad arrivare al 3 aprile, giornata di sgombero.

Dalle prime ore del mattino presenti i manifestanti, diventati ormai il baluardo della resistenza contro i soprusi di questa amministrazione comunale.

Alle otto arrivano le ruspe scortate da un esercito di poliziotti corazzati con tanto di caschi e manganelli.

Hanno transennato l’area e via all’abbattimento di 5 grandi alberi sani dove già molti uccelli erano in cova, nel coro delle proteste degli astanti stretti in assedio.

Intorno alle 13 i manifestanti abbattono le transenne e mettono in fuga le ruspe. A questo punto iniziano i tafferugli con i poliziotti che caricano ripetutamente con i manganelli i poveri cittadini inermi, provocando ferite e contusioni a più persone, finché non si sono allontanati a manganelli alzati cacciati dalla folla inferocita.

Una brutta e triste giornata in una città che per anni ha voluto essere fautrice di democrazia ed è ormai da tempo scaduta in atti di forza e violenza nei confronti dei cittadini dissidenti.

Noi di 3V sosteniamo e partecipiamo insieme a tutti i tenaci e coraggiosi attivisti che continuano a lottare incessantemente a tutela dei cittadini e dell’ambiente in una deriva antidemocratica delle nostre città in cui si perpetrano tradimenti e soprusi.

Scarica l’articolo

Segui i nostri social:    

Unisciti all’onda di chi non si rassegna, non dimentica, non si arrende alla follia sociale, ma afferma e afferma ancora una nuova concezione della vita, dell’umanità e, quindi, della politica!

Aderisci ora!

Un laboratorio, una scuola, una fucina di idee dove forgiare concretamente e insieme la nuova politica, perché vogliamo essere la nuova politica e costruire con le nostre mani la comunità in cui crediamo.

Scopri i prossimi appuntamenti!

Sostieni il nostro partito! Il tuo contributo verrà impiegato per diffondere le nostre campagne, organizzare manifestazioni e, attraverso le elezioni, irrompere nelle istituzioni!

Sostienici

Contro la falsa lotta all’evasione, contro la moneta elettronica, in difesa dell’economia di persone reali, nasce l’iniziativa di solidarietà #ioPagoInContanti

Sostieni la campagna

17 ragioni di medici e scienziati che ci convincono a non vaccinarci per il Covid-19. Leggi gli studi e le fonti su: #ioNonMiVaccinoPerché

Sostieni la campagna

Il partito politico 3V opera con il solo intento di perseguire il bene comune, cioè il benessere di tutti i cittadini, in armonia con l’ambiente e con ogni forma di vita. Leggi la nostra visione