REGIONE CHE VAI, TEST SOCIALE CHE TROVI

Il metodo è consolidato: non tutto in una volta ma un pezzettino diverso in aree diverse per rendere ai cittadini difficile collegare i puntini e imporre facilmente i dettami dell’Agenda 2030.

È storia recente: l’Assessorato della Salute della Sicilia a fronte di una inesistente emergenza sanitaria decide di disporre la sospensione degli alunni 6-16 anni non in regola con la vaccinazione anti morbillo e auspica altresì analoghi provvedimenti contro il personale scolastico.

Zelanti (quanto ignoranti?) nella nota 7146 del 23 febbraio 2024 invocano la Legge 119/2017 che non prevedere in nessun modo la privazione del diritto/obbligo alla frequentazione scolastica nella fascia d’età sopra indicata.

Tempestivo l’intervento di ALI (Avvocati Liberi) e FISI (Federazione Italiana Sindacati Intercategoriali) che riescono in tempi stretti a far sospendere la direttiva.

È riprovevole e definibile “abuso” quello tentato in Sicilia, perché hanno palesemente esteso i termini di una Legge (ingiusta) oltre i limiti previsti dalla stessa.

È ci interroghiamo: con quale diritto?
Hanno mal interpretato il testo della 119/2017?
Non la conoscevano bene?

I dirigenti scolastici?
Hanno capito la gravità della situazione?

Temiamo di no. Eppure la Legge non ammette ignoranza.

Ci troviamo di fronte a tutta una serie di “nuove regole” e “test sociali” sparsi a livello nazionale a scapito dei cittadini nelle diverse aree di “controllo“.

Ogni Regione, Ente, Istituzione, funzionario o dirigente si intesta, un tassello dopo l’altro, il controllo di intere fette di libertà individuali degli italiani.

Dalle tessere dei bravi cittadini che accumulano punti se fanno bene la differenziata, se non fanno barbecue in giardino, ai controlli del rispetto del limite dei 30 km orari, se si fanno monitorare da una giungla selvaggia di telecamere e microfoni, se raccolgono punti sottoponendosi a trattamenti sanitari, se hanno la macchina giusta per entrare nei centri cittadini, scatole nere su auto e biciclette, limiti di spesa ai contanti/bancomat o bonifico… una rete infinita di bonus educativi del cittadino modello: quello iper connesso e controllato a mezzo App.

Tutto basato sull’obbedienza collaborazionista, sulla sudditanza passiva o sulla manipolazione generata da ignoranza e povertà d’intelletto.

È convinzione di 3V che la conoscenza, la consapevolezza, la cultura e il confronto con i cittadini siano fondamentali.

Per questo motivo promuove nei territori conferenze su diversi temi senza MAI abbandonare quello delle vaccinazioni pediatriche e il contrasto alla vergognosa Legge Lorenzin.

Serve l’aiuto di tutti, anche il tuo, ti invitiamo ad aderire alla nostra iniziativa:
FERMIAMO LA LEGGE LORENZIN

e di unirti a noi per dare forza ad azioni volte ad abolire ogni Legge ingiusta:

UNISCITI A NOI

SOSTIENICI

Sottolineiamo e ricordiamo l’importanza della segnalazione e denuncia di qualsiasi sopruso, affinché si possa fare chiarezza e intervenire in tempo utile.

Scarica l’articolo

Segui i nostri social:    

Unisciti all’onda di chi non si rassegna, non dimentica, non si arrende alla follia sociale, ma afferma e afferma ancora una nuova concezione della vita, dell’umanità e, quindi, della politica!

Aderisci ora!

Un laboratorio, una scuola, una fucina di idee dove forgiare concretamente e insieme la nuova politica, perché vogliamo essere la nuova politica e costruire con le nostre mani la comunità in cui crediamo.

Scopri i prossimi appuntamenti!

Sostieni il nostro partito! Il tuo contributo verrà impiegato per diffondere le nostre campagne, organizzare manifestazioni e, attraverso le elezioni, irrompere nelle istituzioni!

Sostienici

Contro la falsa lotta all’evasione, contro la moneta elettronica, in difesa dell’economia di persone reali, nasce l’iniziativa di solidarietà #ioPagoInContanti

Sostieni la campagna

17 ragioni di medici e scienziati che ci convincono a non vaccinarci per il Covid-19. Leggi gli studi e le fonti su: #ioNonMiVaccinoPerché

Sostieni la campagna

Il partito politico 3V opera con il solo intento di perseguire il bene comune, cioè il benessere di tutti i cittadini, in armonia con l’ambiente e con ogni forma di vita. Leggi la nostra visione