Se i tamponi non funzionano non esiste emergenza

| 3V |

Manifestiamo la nostra più piena solidarietà verso i lavoratori della scuola e delle forze dell’ordine a cui è stato esteso, a partire dal 15 dicembre 2021, l’obbligo di vaccinazione anti-covid già imposto in precedenza a medici e personale sanitario, pena la sospensione dal servizio e dalla retribuzione.

Resistiamo ed aumentiamo

Ribadiamo l’impegno politico nel ripristino della democrazia e dei diritti umani e la lotta di 3V contro ogni tipo di discriminazione e persecuzione verso i cittadini. Tutti i cittadini, a partire da quelli in minoranza.

Invitiamo ciascuno a non arrendersi e a non sentirsi soli. Il sistema crede di isolarci ma otterrà l’effetto opposto; molti aprono gli occhi proprio di fronte alle incontestabili contraddizioni del potere.

Vi invitiamo a contattare le nostre sezioni territoriali, a organizzarci come forza politica ma prima ancora come comunità umana, dove si impara a collaborare e a sostenersi nel momento del bisogno.

L’evidenza della contraddizione

Riportiamo il ragionamento di Angelo Criscuoli, candidato 3V in Campania che sottolinea che, nel reclamare il diritto al lavoro nelle opportune sedi, andrà evidenziata agli organi giudiziari, amministrativi e politici, la contraddizione inaccettabile di una pseudo logica “sanitaria”, assolutamente incoerente, che da un lato considera “attendibili” i tamponi per giustificare l’esistenza di un’emergenza sanitaria, mentre dall’altro li considera “inattendibili” (a partire dal 15 dicembre 2021) per l’esercizio del fondamentale diritto al lavoro degli addetti a settori basilari del nostro Paese (sanità, sicurezza e scuola). 

La contraddizione è ancora più palese, se si considera che (a partire dal 6 dicembre 2021) i tamponi con esito negativo sono considerati “attendibili” e quindi ammissibili per ottenere il green-pass, reso obbligatorio per fruire dei mezzi di trasporto pubblico, anche locale, mentre sono considerati inutili ed inammissibili per garantire l’accesso al posto di lavoro da parte di insegnanti, forze dell’ordine e personale sanitario.

Il ragionamento è semplice: delle due l’una, o il “tampone” viene giuridicamente considerato uno strumento “attendibile” sempre – anche per accedere al proprio posto di lavoro – oppure non lo è mai*, e quindi nemmeno per giustificare l’esistenza di restrizioni di diritti costituzionali fondamentali, come quello al lavoro e alla libera circolazione.

Sui tamponi il governo ha “costruito” l’emergenza sanitaria, ma evidenziare l’uso chiaramente contraddittorio e discriminatorio dei tamponi, sotto il profilo giuridico e sanitario, mostra l’esigenza politica di porre fine a una situazione diventata intollerabile e pericolosa per l’intera società, in termini di convivenza civile, benessere economico e rispetto dei diritti umani.

* Ricordiamo in proposito che importanti fonti scientifiche e le più alte autorità hanno messo in discussione l’affidabilità dei tamponi e, con esse, qualsiasi statistica sul Covid.

Sostieni il nostro partito! Il tuo contributo verrà impiegato per diffondere le nostre campagne, organizzare manifestazioni e, attraverso le elezioni, irrompere nelle istituzioni!   Sostienici

Lavoratori consapevoli 3V

La risposta di 3V agli operatori sanitari a rischio di obbligo vaccinale: diventare lavoratori consapevoli. Grazie a conoscenza e autodeterminazione è possibile esercitare responsabilmente la propria libertà di cittadini.

Leggi tutto l’articolo 

17 ragioni di medici e scienziati che ci convincono a non vaccinarci per il Covid-19. Leggi gli studi e le fonti su: #ioNonMiVaccinoPerché

Sostieni la campagna

Contro la falsa lotta all’evasione, contro la moneta elettronica, in difesa dell’economia di persone reali, nasce l’iniziativa di solidarietà #ioPagoInContanti

Sostieni la campagna

Il partito politico 3V opera con il solo intento di perseguire il bene comune, cioè il benessere di tutti i cittadini, in armonia con l’ambiente e con ogni forma di vita. Leggi la nostra visione

NEWSLETTER 3V